C’era due volte la matrioska Lamberto

– Stavamo cercando un libro il conte Lamberto o qualcosa del genere lo deve leggere la bambina per la scuola.
Alzo gli occhi, la bambina è una piccola matrioska di 13 anni per 65chili contenuta perfettamente nella matrioska più grande che per consuetudine chiameremo madre.
– C’era due volte il Barone Lamberto?
– Eh Eh quello lì!
– Ho una copia nuova e una usata tenga.
– Ma sono diverse!
– Quella usata è la vecchia edizione ma sono identiche.
– È sicuro?
– Beh sì…
La maDrioska si gira verso la matrioska piccola:
– Chiama a Gessica va! Chiedigli bene se è di questo Ròdari.
– Rodàri…
– Eh eh quello.
La figlia chiama… le due non si spostano dal bancone della cassa…
– Gessica… Senti… Quel libro là, quello della scuola com’è già? Ah Lamberto, eh… Ma che colore è? Rosso? Oh grazie eh! Ciao! CLICK.
– Cosa ha detto?
– Boh non ho capito…
– Guardi è lo stesso libro… Hanno cambiato solo la copertina…
– Effettivamente il titolo e l’autore sono gli stessi… Vabbè compro quello usato va…
– Ok (ti ho convinto finalmente!)
– Ma se non è questo quello giusto me lo cambia vero?

Annunci

In tempi di libri di scuola la follia regna sovrana…

– Pronto?
– Buongiorno! Volevo sapere come va oggi?
– (Non resisto…) Bene grazie!
– No, nel senso… Se c’è tanta gente o no!
– Ah… No, non tantissima…
– Non tanta quanta? No perché non ho voglia di fare coda…
– Beh guardi un po’ di coda se la gara comunque ma non è come in settimana dove si fa minimo un’ora…
– Però c’è da aspettare comunque… Uff… Vabbè… CLICK!

Trilogia del Caldo: 3. My Fun is My Fan

– Libreria buongiorno!
– …
– Pronto? Pronto?
– Ah sì… Sto cercando un libro delle vacanze… So che è tardi ma mia figlia se ne è ricordata adesso… My Summer Fun.
– (Buongiorno a lei…) Ah sì! My Fun Summer. C’è!
– No il titolo è My Summer Fun.
– Non c’è un libro con quel titolo, ha un codice, l’editore, l’autore?
– Eh?
– Niente, non importa… Comunque il titolo è My Fun Summer non si preoccupi (tono rassicurante). Lo metto da parte?
– Non è quello che cerco, mia figlia ha scritto sul diario My Summer Fun. Ce l’ha?
– (Sua figlia si è anche “dimenticata” di quel cazzo di libro fino al 9 agosto… Giorno in cui, per caso, lei l’ha scoperto…) No signora non ce l’ho perché non esiste quel libro…
– Vabbè mi voglio fidare…
– Grazie…
– Ma se poi non è quello… E comunque ho guardato la copertina su internet e c’è scritto My Summer e Fun è scritto anche piccolo!

Trilogia del Caldo: 1. Un piccolo fraintendimento

Mattina:
– Buongiorno avrei bisogno questo libro è per mio figlio… mi ha lasciato un appunto.
(Mi passa il foglietto…)
– Casanova e la malinconia? Non c’è, dobbiamo prenotarlo.
– D’accordo!

Pomeriggio (al telefono):
– Buongiorno sono la signora di stamattina. C’è stato un piccolo fraintendimento… Mio figlio aveva capito male il titolo del libro. Quello giusto è: La notte ha cambiato umore!
(Stessa cosa insomma…)
– Vuol dire “rumore”?
– No! Sono sicurissima ha detto “umore”!
– Guardi non esiste nessun libro con quel titolo, esiste La notte ha cambiato rumore.
– Vabbè… Mi prenoti quello… Se è stupido mica è colpa mia!

FIAT DUX

Al telefono:
– Mi vergogno un po’ a chiederlo… Avete il libro sulla FIAT di Pansa e Romiti? Lo so, non dica nulla… è un’associazione a delinquere…
– Beh non sia così duro con se stesso…
– No guardi è solo che parla degli anni in cui ho lavorato lì… perché non riesco a trovare neanche una parola buona per quei due, soprattutto per quel fascista di Pansa…

Il venditore di armi (ovvero la dura legge del golpe)

“Poi anche ‘sta cosa che uno non si può comprare quello che vuole…”

“Adesso stanno a rompe u’ cazz’ pure in America…”

“I primi tre sono stati morti tutti…”

“…e adesso dicono che è colpa del fatto che c’avevano la pistola!”
(Pronunciata con una forte nota di disappunto)

Tizio al telefono in Stazione che andava avanti e indietro sul binario in attesa del treno in ritardo di un’ora…

Domina la mia mente

– Buongiorno, io avrei tantissimi libri di narrativa da vendere e sono di fuori Torino voi quanto li valutate?
– Dipende dal libro dovrei vederli…
– Ad esempio, per Dominare la Mente quanto mi darebbe?
– Al massimo un paio di euro.
– COSI’ POCO? Ma nooo! Io volevo realizzare un po’ ho bisogno di soldi…
– Guardi mi spiace, queste sono le nostre valutazioni… (e potresti anche cominciare a non comprare delle stronzate così risparmi!)